13600108_565057260340511_4942866040934109713_n


I Giovani C.R.I. del Comitato di Itri-Sperlonga hanno organizzato, con la preziosa collaborazione dei Giovani C.R.I. del Comitato di Frosinone, una serata di Educazione alla Sessualità e Prevenzione delle Malattie Sessualmente Trasmissibili (MST) che si terrà a Sperlonga venerdì 8 luglio a partire dalle ore 18:00.

Con l’approssimarsi dell’estate, fra i più insidiosi nemici da combattere spiccano le malattie veneree o trasmissibili sessualmente (più comunemente conosciute con l’acronimo M.T.S. o M.S.T.). La maggior parte delle M.S.T. inizialmente non presentano sintomi e ciò si traduce in un maggior rischio di inconsapevole contagio! Una malattia venerea ad esempio, contratta prima o durante una gravidanza, può causare gravi malformazioni al nascituro, ovvero comportare seri danni fino anche alla sterilità di chi ne viene infettato.

Più di 30 diversi batteri, virus e parassiti possono causare questo tipo di malattie: le infezioni batteriche più spesso coinvolte includono, tra le altre, clamidia, gonorrea e sifilide, mentre quelle di tipo virale possono essere, ad esempio, l’herpes genitale, l’AIDS e il condiloma acuminato; infine tra i parassiti si evidenzia la tricomoniasi.

Nonostante solitamente le malattie si trasmettano durante un rapporto sessuale, per alcune di esse il contagio può anche avvenire attraverso il contatto con sangue infetto e tessuti, con l’allattamento al seno o durante il parto.

 

Parola d’ordine, PREVENZIONE!!!

 

Alcune vaccinazioni possono diminuire il rischio di infezioni, tra cui l’epatite B e alcuni tipi di HPV. Pratiche sessuali più sicure, ormai in maniera universalmente condivisa, prescrivono l’uso del preservativo; inoltre avere rapporti sessuali reciprocamente esclusivi o comunque con pochi partner può diminuire enormemente il rischio di contagio.

La maggior parte delle M.S.T., anche se non senza sforzi, sono curabili, mentre l’herpes, l’epatite B, l’HIV/AIDS, e l’HPV sono trattabili ma non curabili.

L’Istituto Superiore di Sanità monitora l’andamento dei nuovi casi attraverso i due “Sistemi di sorveglianza Sentinella” constatando, ad esempio, che per la sola HIV essi sono aumentati del 30% nel periodo di studio che va dal 2008 al 2013 (cfr Vol. 28 notiziario n. 2/2015).

 

L’attività di Educazione alla Sessualità e Prevenzione delle M.S.T. nasce dalla volontà dei Giovani della Croce Rossa Italiana di promuovere l’interesse della popolazione verso l’adozione di stili di vita sani e sicuri. Le attività e le tematiche sono adattate e modulate a seconda del target prescelto che può essere più o meno vasto e di fasce d’età diversificate. Le informazioni diffuse sono basate su evidenze medico-scientifiche e vertono sull’Educazione alla Sessualità, sulla contraccezione e sulla prevenzione di queste malattie.

La nostra campagna considera anche quali tematiche incidentali, ma non meno importanti, il rispetto per la persona, per il suo orientamento sessuale e la promozione della cultura della non-discriminazione.

 

L’attività che proponiamo si svolgerà in maniera itinerante fra il Porto e la riviera di Ponente e consisterà nel fermare turisti o cittadini fra i 18 ed i 40 anni di età per sensibilizzarli sull’argomento attraverso un gioco: useremo una “sex box“, una scatola di cartone con all’interno dei biglietti che i nostri interlocutori dovranno “pescare” e aprire per poi rispondere ad una domanda scritta sul biglietto stesso.

Le domande riguarderanno ovviamente l’argomento M.S.T. e mireranno a testare la preparazione in merito da parte “dell’intervistato” per un suo personale ritorno in termini di consapevolezza e sensibilità alla problematica.

A chi risponderà correttamente al semplice “quiz a sorpresa” sarà fornita un’integrazione alla propria risposta grazie alle nostre più approfondite conoscenze, oltre ad un preservativo in omaggio. A chi invece non sarà in grado di rispondere i nostri volontari forniranno la giusta risposta al quesito sottolineando l’importanza di essere preparati sulla materia, ma l’omaggio lo daremo comunque certi dell’importanza del gesto e dell’eco che ne deriverà, anche con il semplice autonomo passaparola.

 

Il Sindaco di Sperlonga, valutate positivamente utilità sociale e ritorno in promozione della salute umana, ha concesso il patrocinio all’evento.


 

Campagna di sensibilizzazione sulle “malattie sessualmente trasmissibili”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *