EMERGENZA SISMA CENTRO ITALIA

Anche il nostro Comitato ha aderito alla richiesta della Sala Operativa Nazionale per supportare le attività di soccorso e assistenza alle popolazioni colpite dal Sisma e, come fatto in precedenza per il sisma che ha colpito la zona di Amatrice, ha inviato dal primo all’otto gennaio 2017, un equipaggio composto da 4 volontari, per le esigenze del Campo C.R.I. allestito nel piazzale antistante il Comitato di Visso (MC).

Detta località, sita nel cuore del Parco dei Monti Sibillini, è una delle cittadine della regione Marche maggiormente colpite dal terremoto dello scorso ottobre 2016, il quale è risultato quello di intensità più elevata degli ultimi 36 anni.

In tale campo, la Croce Rossa di Visso, assiste ancora circa 130 persone, attraverso il supporto logistico ad una cucina campale gestita dell’Esercito Italiano, ad un ambulatorio medico gestito dalla ASL, ad un magazzino di generi alimentari di prima necessità, di prodotti per l’igiene personale, di abbigliamento; nonostante gli eventi tellurici, il Comitato di Visso gestisce una postazione attiva sulle 24 ore, del servizio di emergenza sanitaria 118.

La sede del Comitato è ospitata in una struttura prefabbricata (installata in occasione del terremoto Umbria-Marche del 1997) che, per le sue caratteristiche antisismiche, è divenuta fin dalle prime ore dell’ultimo Sisma, il vero e proprio centro di riferimento per tutti i cittadini di quella zona, anche perché nella stessa hanno trovato una sistemazione temporanea i principali Uffici dell’amministrazione Comunale e della Protezione Civile. Detta struttura però non è solo la sede della C.R.I. (e del Comune), ma è un vero e proprio centro di aggregazione sociale: le persone ricevono quotidianamente una piccola, ma significativa assistenza “umanitaria” dai volontari CRI di turno, che si prodigano per preparare un piccolo ristoro (una bevanda calda, uno snack), per fornire informazioni o più semplicemente per scambiare quattro chiacchiere con la gente del posto e, nonostante non ci sia molto spazio, si è ricreata la “piazza del paese” dove si incontrano il Parroco, il Sindaco e il medico.

I nostri volontari, rientrati dal servizio, oltre all’ulteriore arricchimento dovuto a questa ennesima esperienza operativa, hanno raccontato di aver vissuto una settimana emotivamente molto toccante e difficilmente comprensibile da chi non la vive in prima persona. Il coinvolgimento dei Volontari che si sono avvicendati presso quel Comitato, è stato amplificato dal fatto di aver lavorato fianco a fianco con i Volontari del posto, i quali sono stati (e lo sono tutt’ora) i primi soccorritori di sé stessi, dei propri amici e familiari e dei loro concittadini, nonostante avessero subito in prima persona, tutte le conseguenze nefaste di una catastrofe naturale di così vaste proporzioni.

A rendere ancora più difficoltosa la situazione generale e quindi anche il compito dei soccorritori, è stato il calo delle temperature dovuto alla stagione invernale, che ha portato un freddo pungente che non si avvertiva da diversi anni. La neve, che normalmente a Visso è sempre stata ben accolta dai suoi abitanti, come momento di divertimento o di sport negli impianti sciistici della zona (purtroppo anch’essi fuori uso), quest’anno ha avuto l’effetto opposto, accentuando il disagio nel quale vivono.

Questo non ha certo fermato gli operatori della C.R.I. che, in costante coordinamento con la Sala Operativa Regionale, e con le altre organizzazioni ed istituzioni coinvolte nelle attività post sisma, hanno svolto il loro compito nel prestare assistenza alle persone che ancora si trovano in condizioni di estremo bisogno.

Appresso potranno essere visionate alcune immagini che solo in parte potranno raccontare la ferita inferta dal terremoto alla zona di Visso ed ai suoi abitanti, ma che certamente potranno far capire l’importanza di appartenere alla grande famiglia della C.R.I. che attraverso l’operato dei suoi volontari rappresenta.

Un__Italia_che_aiuta_RGB

A cura del DLAE Area III Comitato di Itri

 

Il Comitato C.R.I. di Itri nuovamente impegnato per il Sisma Centro Italia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *